Photofestival – Realtà e futuro

Il Photofestival è giunto alla sua dodicesima edizione, confermando l’importanza di un evento che anno dopo anno vuole avvicinare il pubblico alla Fotografia. Stiamo parlando infatti di 151 mostre fotografiche, di artisti affermati o emergenti, ospitate nei palazzi più belli di Milano.

Questa manifestazione artistica dura due mesi, e quest’anno è stata inaugurata il 20 Aprile. Nonostante sia passato più di un mese, le novità in arrivo sono ancora molte, primo tra tutti il Wide Photo Fest che sarà ospitato in Piazza Gae Aulenti il 9, 10 e 11 Giugno. L’iniziativa è promossa da AIF – Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, azienda che è anche lo sponsor principale di tutto il Photofestival.

In particolare in questi tre giorni saranno messi a disposizione del pubblico molti eventi: da workshop a conferenze, passando per contest aperti a tutti e performance di artisti professionisti. Tutti gli appuntamenti sono pubblici e gratuiti, per offrire a tutti il massimo dell’esperienza.

Come possiamo vedere da questo primo esempio, le scelte dei luoghi sono state attente in modo da proporre piazze e palazzi che attraggono e che fanno parte della storia della città, che sia solo da pochi anni o da sempre.

DSC_3457.jpg
Alla Conferenza stampa erano presenti, da sinistra, Teodoro di Pede (Rappresentante Asus), Giovanni Augusti, Dario Bossi (Consigliere di Unione Confcommercio), Filippo del Corno (Assessore alla cultura), Marco Barbieri (Segretario Generale Confcommercio), Roberto Mutti (curatore del Festival e di molte mostre al suo interno), Lisa Codarri (Coordinatrice del MUMAC)

Un palazzo che è al centro del Photofestival è Palazzo Castiglioni, in cui si è tenuta anche la conferenza stampa di apertura e dove il 5 giugno verranno inaugurate ben quattro mostre diverse.

Gli organizzatori e curatori delle diverse mostre hanno selezionato attentamente le opzioni, in modo da offrire un’ampia scelta di esposizioni ma anche da sensibilizzare il pubblico.

Con questo intento è stata presentata la mostra “A come atleti” a Palazzo Giureconsulti. Gli autori di queste immagini hanno deciso di firmarle come gruppo piuttosto che come singoli. La decisione sembrava naturale dal momento che sono sei artisti emergenti che hanno iniziato da appassionati e si stanno trasformando in professionisti. Inoltre appunto lo scopo non era pubblicitario, quanto di far vedere una realtà che spesso si ignora, quella degli atleti diversamente abili. Così questi fotografi hanno abbandonato il pietismo raffigurando atleti appassionati che vivono lo sport come occasione di affermazione e rivalsa (le foto sono in mostra al piano terra, per rendere possibile a tutti la visione).

DSC_4426.jpg
Mostra “A come atleti”

Chiudiamo con le parole di Carlo Sangalli, Presidente Confcommercio e Camera di Commercio Milano “Photofestival dimostra come gli eventi culturali diffusi sul territorio possono essere elementi attrattivi di successo. Nel periodo positivo che sta attraversando Milano la sinergia tra economia e cultura è uno dei passaggi più importanti per consolidare il percorso di crescita della città. Photofestival rilancia anche il valore delle immagini realizzate con gli apparecchi fotografici che permettono alti livelli di creatività e migliore qualità del tempo libero. Proprio per questo siamo al fianco delle imprese del settore della fotografia per contribuire a rilanciare un comparto che più di altri ha pagato un alto prezzo alla crisi economica”.

Citazione da: Photofestival 2017

Per qualsiasi informazione potete consultare il sito ufficiale.

Fonte foto: Chiara G. Stoppa

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s